Indice


Indice analitico

PAROLE D'AMORE

DAL CUORE DEL PADRE
DAL CUORE DEL FIGLIO

pagina 111
 

 

 

 

e dai vostri problemi quotidiani per alzare il vostro sguardo a Me,
che solo posso risolverli e che solo posso farli Miei,
per risolverli insieme a voi,
con le vostre azioni e le vostre rispondenze al Mio divino invito
di sereno abbandono in Me
che sono il tuo Dio di ora e di sempre,
di oggi e di domani.

La Mia voce vi vuole guidare per                                                9/10 Aprile 1990    
condurvi sulla strada della Bontà
e della Saggezza, della Misericordia
e della verecondia.

A te che anche questa sera ti accingi a parlare con Me,
che sono il tuo Dio, il Dio di Abramo, di Isacco e di Giacobbe,
a te oso lo ora rivolgere il Mio sguardo attento e scrutatore,
per dire che grande è il Mio amore per te
e per tutti coloro che tanto grande desiderio, come il tuo,
hanno di parlare con Me e di ascoltare la Mia voce divina
che li vuole guidare per condurli sulla strada
della Bontà e della Saggezza,
della Misericordia e della verecondia nei Miei divini confronti.
Dico verecondia perché anche questa è da usare
quando a Me si rivolge lo sguardo,
a Me che di tanto sono superiore a tutti voi
perché tale è la Mia posizione nel cielo rispetto a voi tutti.
Prendi la penna e ancora scrivi parole d'amore,
d'amore immenso che sgorga a fiotti per voi,
anche se stanca è la tua mente in questi giorni,
e poco ricettivo è diventato il tuo pensiero
perché preso nei meandri delle umane preoccupazioni
e nei meandri delle cattiverie umane
che tanto angustiano il tuo cuore
e che tanto lo feriscono nelle tue necessità di madre e di donna...

 

 

 

 
Indietro

PAROLE D'AMORE

DILECTUS MEUS MIHI ET EGO ILLI


Home

Avanti