Indice


Indice analitico

PAROLE D'AMORE

DAL CUORE DEL PADRE
DAL CUORE DEL FIGLIO

pagina 133
 

 

 

 

e di toccarvi ancora e di sentirvi ancora,
voi tutte anime Mie predilette,
tanto vicine a Me da poterMi con la vostra presenza
consolare di tanto disastro
e di tanta terribile devastazione attorno a voi
impetrata e fomentata dal maligno che a voi attenta
come a un vaso di cristallo si guarda e si attenta
per mandarlo in mille pezzi,
per vedere tanta purezza di colori e di intenzioni
frantumarsi senza posa e frantumarsi in mille pezzi,
che è difficile poi ricomporre
ricreando risonanze e impulsi e trasparenze
che all'origine lo rendevano oggetto tanto prezioso,
contenitore meraviglioso di divine incandescenze,
di splendori luminosi di purezza e di bontà di amore
che il viso aggrotta in una maschera di tenerezza
che i sentimenti di amore trapela e manifesta,
quando questa tenerezza è alla base
dei reciproci rapporti tra di voi tutte, umane creature della terra,
che lo volevo guidate da questa sola sentimentale tenerezza
che una serie di impulsi meravigliosi doveva instaurare
tra di voi e per voi, l'un l'altro,
e tra di voi per Me,
che sono il vostro Dio e vostro creatore.

Parole d'amore, ancora stasera,
per chi di voi questa grande tenerezza nel cuore sa ritrovare,
questa grande forza motrice che rinnova l'amore primordiale
che dentro di voi, nelle trasparenze di voi stessi,
avevo immesso e avevo soffiato,
sì, dico "soffiato", perché questo tipo di amore,
questo tipo di anelito e questo tipo di spirito
avevo in voi alitato, affinché la tenerezza grande di intenti
e la dolcezza grande di manifestazione
guidasse i vostri gesti,
frutto meraviglioso del vostro "sentire",
dove per sentire il vostro pensare

 

 

 

 
Indietro

PAROLE D'AMORE

DILECTUS MEUS MIHI ET EGO ILLI


Home

Avanti