Indice


Indice analitico

PAROLE D'AMORE

DAL CUORE DEL PADRE
DAL CUORE DEL FIGLIO

pagina 255
 
   

 

 

senza tema di interferenze
o senza deviazioni inutili
da ciò che avevo stabilito Io per Lei attraverso di Lei,

premiandoLa di questa scelta continua
che Lei doveva operare per Me

affinché chiaro fosse attraverso di Lei
che cosa significa fare la Mia Volontà di Padre
tra di voi uomini
senza che per questo ne venga svilita la vostra realtà di figli,
che spesso vi sentite invece offesi
di "dover" fare la Mia Volontà,
quando invece forte spira in voi
il vento della
vostra volontà personale,
che Io stesso lascio spirare
perché tutto avviene sotto il Mio controllo divino;
difficile è per Me spiegare a voi uomini
che cosa lo intendo per "fare la Mia Volontà"
senza che per questo vi sentiate sminuiti
nella vostra possibilità di uomo
quando, in contropartita, Io vi dono invece
possibilità sovrumane
che lascio però a voi di scoprire e di desiderare,
di seguire e di sperimentare,
secondo le vostre possibilità
e secondo i vostri desideri.
A questo desidero Io dunque ricondurvi,
attraverso l'esempio di Maria,
affinché da soli riscopriate quanto vi avevo Io promesso
e quanto sarei Io disposto a riconsegnarvi

la Mia eredità di figli Miei prediletti
che mai avrei Io desiderato abbandonare nel deserto
della solitudine, della carestia,
della mancanza, per aiutarvi a ricercarMi,
della fame e della sete affinché di Me di nuovo
si riempia il cuore vostro e l'anima vostra,
ossia la vostra volontà di cercarMi e di seguirMi,

 

 

 
Indietro

PAROLE D'AMORE

DILECTUS MEUS MIHI ET EGO ILLI


Home

Avanti