Indice


Indice analitico

PAROLE D'AMORE

DAL CUORE DEL PADRE
DAL CUORE DEL FIGLIO

pagina 298
 
   

 

 

che Luce è perché Luce era, la Mia Luce,
che ora coperta e che ora soffocata si presenta,
e che mai demorde il Sacro Cuore Mio divino dal farvi riscoprire,
perché così la Mia Luce voi riscoprite e la Mia Luce voi seguite,
come è giusto che accada perché la Luce lo sono, come Padre,
e la
Luce Io sono, come Padre e come Figlio.


Il Padre tuo Celeste


Ancora a Me il vostro mondo                                                           27 Ottobre 1990
appartiene e incorrotto sono Io
nel Mio desiderio di salvarlo
dalla distruzione eterna alla quale
sembrerebbe invece volersi destinare,
perdendo esso stesso la speranza di
potersi salvare dall'esplosione definitiva.


Mettersi al Mio divino servizio
è ciò che ogni anima Mia prediletta deve fare
se vuole trovare definitivamente la pace a ogni tensione interiore
che muove le corde del suo cuore,
e ora tu dunque sappi che santo è ogni cuore
che lascia spazio completo alla Mia voce divina,
e che a nessun'altra voce vuole lasciar spazio
se non alla Mia Voce
che con prepotenza lo chiama
affinché tutto Mio sia il suo pensiero
e tutto per Me sia il suo anelito,
e questa è la felicità del tuo cuore
e questo è ciò che riempie ogni interstizio del tuo umano cuore
che solo a Me aspira in un anelito continuo di amore
che lo desidero colmare con il Mio abbraccio
di Sposo tuo celeste e celestiale nel Mio amore imperituro per te
che a Me hai promesso la tua vita
e dunque sappi che mai più devi dubitare della Mia presenza

 

 

 
Indietro

PAROLE D'AMORE

DILECTUS MEUS MIHI ET EGO ILLI


Home

Avanti