Indice


Indice analitico

PAROLE D'AMORE

DAL CUORE DEL PADRE
DAL CUORE DEL FIGLIO

pagina 85
 

 

 

 

di sconfitta dell'altrui vita
e dell'altrui responsabilità nei confronti della vita,
che Io ho donato a tutti indistintamente
affinché questa vita fosse per loro il frutto prezioso
da far maturare e da far rifiorire in nuove vite
e in proseguimento di vita nella vita.
Sempre lui presenta il conto di quanto sia difficile per voi,
Mie amatissime umane creature,
vivere questa vostra vita
dopo che lui è stato il vostro iniziale carnefice,
il vostro dannatore e condannatore ufficiale
di ogni desiderio di vita,
vostro e Mio, dandovi in cambio
la possibilità di conoscere la morte.
Sempre lui presenta il conto, anche a Me,
che sono di tanto superiore a lui
perché superiore ad ogni cosa e ad ogni creazione Io sono,
perché Io ne sono l'artefice primo
e il Creatore supremo di ogni cosa,
a Me lui presenta il conto
di quanto riesce a guastare nella vostra vita
e vi condanna con gioia accesa e ghigno di morte,
pensando con questo di provocare Mie reazioni di sconforto
e Miei desideri di vendetta su di voi,
che gli avete rubato il posto nel Mio Cuore di Padre,
quando scoprì che ben diverso era il Mio amore per voi
di quanto fosse stato all'origine della Mia creazione
nei suoi confronti.

Superiore a Me in ogni cosa voleva sentirsi,
anche in questo Mio desiderio di procreare,
ossia di continuare in questo Mio desiderio di amore,
di continuare a crescere e ad espanderMi
in questo Mio desiderio di amare
tanto da coinvolgere la Mia stessa creazione tutta,
una volta che questa era uscita dalle Mie dita
ardenti di passione e di amore

 

 

 

 
Indietro

PAROLE D'AMORE

DILECTUS MEUS MIHI ET EGO ILLI


Home

Avanti